Vuoi sostenere?

giovedì 5 maggio 2011

Preghiera dell'Angelo Guaritore - da fare per un ammalato

E' una preghiera semplice ed efficace da dedicare a un ammalato.
Evocheremo un angelo guaritore da mettere accanto ad una persona ammalata.

Ascoltala, premendo Play:


Adesso è anche una risorsa Audio / Meditazione Gratuita guidata da scaricare da qui:
http://www.mediafire.com/?7pv35k5zplb2jly
Istruzioni per il download:

* Attendere la fine del "processing download request"e cliccare su
* "DOWNLOAD" (tasto verde rettangolare a centro pagina)
* Salvare in una cartella a scelta per averla nel pc


PROCEDURA
Mettetevi comodi e pensate ad una persona ammalata alla quale volete portare aiuto.
Se non avete una persona ammalata verso cui dirige questa
meditazione, pensate ad un ospedale che conoscete e scegliete la persona
che in questo momento in quell’ospedale è più grave.

Fate tre respiri lenti e profondi.

Immaginate la persona che volete aiutare.
Immaginatela distesa in un letto tutto bianco al centro di una stanza.
È una stanza un po’ in penombra.
Non c’è niente altro nella stanza, c’è solo il letto al centro con questa persona sdraiata.

Ha gli occhi chiusi e riposa. Voi volete aiutare questa persona,
voi volete portarle soccorso, sollievo, guarigione, benessere.
Voi siete lì in quella stanza, a circa 2 metri dal letto.
Siete lì e osservate la persona malata.

E le inviate dei pensieri d’amore, cose molto semplici:
“Voglio che tu guarisca, io ti voglio bene, voglio che tu migliori”.

Adesso chiedete ad un angelo Guaritore di arrivare e mettersi
accanto alla persona malata. È questione di un attimo e l’angelo
è già là tra voi e la persona malata e vi volta le spalle.
L’angelo raccoglie il vostro desiderio di guarigione.

Immaginate il vostro desiderio di guarigione per la persona malata,
come un raggio dorato che parte dal vostro cuore e va a toccare le
spalle dell’angelo. Quel sottile raggio luminoso è il vostro pensiero
il vostro augurio amorevole verso la persona malata.

Toccato dal vostro pensiero amorevole, l’angelo si attiva.
Il vostro piccolo raggio luminoso è come se lo accendesse.
Attivato dal vostro desiderio amorevole di guarigione,
l’angelo risponde e inonda di luce la persona ammalata.

L’angelo splende come un faro e riversa una luce viola ,
la luce viola della guarigione sulla persona ammalata.
Tutto il letto, tutta la persona lì distesa risplendono,
nella luce viola che parte dall’angelo.

Tutta la stanza risplende della luce viola la luce di Dio e verde smerarlo, la luce della guarigione.
Tutte le cellule della persona ammalata assorbono la luce viola e si equilibrano.
Si modificano, assumono l’impronta del raggio della salute, dell’armonia.
Un sottile filo lega voi all’angelo, questo filo è l’amore
verso la persona ammalata.

Adesso voi potete anche allontanarvi da quella stanza.
Ma l’angelo rimarrà là, l’angelo non si allontanerà
dalla stanza perché è un angelo guaritore e quello è il suo compito.

Fino a quando in voi ci sarà un pensiero amorevole
nei confronti della persona ammalata,
questo pensiero amorevole toccherà l’angelo e l’angelo risplenderà
di luce e di energia risanante e,

se nel destino di quella persona non c’è la guarigione immediata, la creatura angelica
lavorerà perché ci sia la comprensione, l’accettazione, la liberazione dalla sofferenza.
Adesso immaginate di uscire da quella stanza
che rimarrà inondata di luce con l’angelo che rimarrà
lì presente fino a quando voi desidererete la guarigione
di quella persona l’angelo porterà il suo aiuto.

Ora, lentamente, prendete coscienza del vostro corpo fisico,
del vostro respiro e riaprite gli occhi.

3 commenti:

  1. Questa preghiera è BELLISSIMA.... Grazie davvero...è un grande aiuto.
    Buona giornata : )))

    RispondiElimina
  2. Si Giuliana, è davvero profonda, e puoi anche usare la risorsa audio, che ti guida passo passo e ti permette di mantenere la concentrazione sulla procedura :)

    RispondiElimina

Inserisci un tuo commento

Le Visite